Tutela dei consumatori

Grazie alle direttive emanate dalla Comunità Europea a partire dal 1973 (anno in cui viene approvata la Carta europea di protezione dei Consumatori) si sono affermati concetti importanti quali la responsabilità delle aziende per i danni provocati da prodotti difettosi, la pubblicità ingannevole, la tutela dei consumatori sulle indicazioni dei prezzi, delle garanzie al consumo e della sicurezza dei prodotti.
Queste direttive prescrivono sostanzialmente:
che il consumatore deve avere a disposizione informazioni chiare (contenuto del prodotto, eventuale tossicità, scadenza, modo d’impiego) che gli consentano di scegliere il prodotto che meglio si addice alle sue esigenze;
che possa pretendere il risarcimento di danni derivanti da un prodotto non rispondente alla pubblicità e alle informazioni fornitegli;
che possa essere rappresentato, ascoltato ed eventualmente assistito legalmente attraverso organismi e associazioni aventi come scopo la tutela dei suoi diritti.
L’ordinamento Italiano ha recepito pienamente i principi contenuti nelle normative comunitarie riconoscendo i diritti individuali e collettivi dei consumatori e degli utenti promuovendone la tutela anche in forma collettiva ed associativa.
Anche in questo caso possiamo quindi utilizzare gli strumenti giuridici approntati dal nostro ordinamento per difendere e tutelare i diritti i vostri diritti che, continuativamente, subiscono vessazioni ed ingiustizie a causa di clausole contrattuali illecite .